!-- Facebook Pixel Code -->

Hotel Bellaria - Family Hotel Rimini - Hotel Igea Marina - Hotel Rimini 4 stelle

Blu Suite Hotel

Chiama Email Prenota

Oggi sul blog ospitiamo la testimonianza di Carlotta, una delle nostre ospiti “storiche” che ogni anno passa al Blu Suite una settimana di vacanza con i suoi due bambini.

Ciao! Mi presento, mi chiamo Carlotta, ho 39 anni e sono mamma di Caterina e Vittorio, 5 anni e 1 anno. Vivo a Milano, tra smog e pochi spazi all’aperto. Sono sposata da dieci anni, ma mi definisco una “single part-time”, mio marito viaggia tantissimo per lavoro e sono spesso sola. Ma non mi perdo d’animo: quando posso cerco sempre di ritagliarmi qualche giorno libero per una vacanza “mamma e figli”.
Una delle mie mete preferite è il Blu Suite a Rimini. Ci vado da quando Caterina aveva appena 5 mesi, è uno dei pochi posti dove anche quando sono sola con loro riesco davvero a riposarmi!

Ci credete che da sola con due bambini piccoli lì riesco anche a leggere un libro a bordo piscina? Fantascienza vero?

Per questo lo consiglio sempre alle mie amiche. Oggi per esempio ho incontrato Lucia, mamma di Leo da ottobre. Tra le solite chiacchiere mi dice: “Solitamente in questi periodi stavo cominciando ad organizzare le vacanze estive... tour on the road, qualche giorno rilassante in un villaggio all-inclusive... ma ora che c’è Leo non so assolutamente da che parte cominciare... Dove si va in vacanza con un bambino piccolo? Quante cose dietro mi dovrò portare? Ci sono posti già attrezzati? È meglio andare in hotel o in un appartamento?”

È comprensibile! Sono tanti i dubbi che assalgono le neo-mamme e i neo-papà alle prese con la prima vacanza in famiglia!

Le ho spiegato quindi che cos’è un Family Hotel, giustamente anche io prima di diventare mamma ignoravo l’esistenza dei “Family Hotel”.

Partiamo dalle basi: i family hotel sono strutture attrezzate e preparate a ospitare famiglie con bambini piccoli. E quindi, a partire dalle attrezzature: ci sono fasciatoi, lettini, seggioloni, scaldbiberon, vaschette... Cioè, non ci sarà bisogno di portare tutto da casa!

Certo, non basta avere un seggiolone e un culla da campeggio per potersi definire “un family hotel” quello che veramente fa la differenza sono i servizi. Vuol dire, ad esempio, che al ristorante dell’hotel non ci sarà bisogno di portarsi dietro “la pappa”, perché loro avranno già pastina, brodo vegetale e quello che serve per preparare un pasto a un bambino in fase di svezzamento. Significa che sapranno dove trovare un pediatra in piena notte. E significa che avranno un servizio di animazione e intrattenimento per i bambini più grandicelli, in modo che i genitori possano davvero “riposare”. E magari anche una spa “riservata agli adulti” dove recuperare le energie.

“Fantastico!” - mi risponde Lucia - “Ma probabilmente mi toccherà andare da sola con lui, visto che il papà ha pochi giorni di ferie.... È fattibile secondo te?”

Ecco allora che le ho suggerito il mio “posto del cuore”: Il Blu Suite Hotel a Rimini. Perché non tutti i family hotel sono uguali e bisogna scegliere la struttura che più assomiglia alla nostra idea di famiglia e al nostro modo di educare e crescere i bambini.

Io per esempio sono molto attenta all’alimentazione, ho sempre prediletto un approccio “naturale”, ho evitato quanto più possibile gli omogenizzati e cercato di farle assaggiare una grande varietà di sapori fin da subito. E su questo aspetto al Blu Suite sono stati fantastici: praticamente io ho iniziato lì lo svezzamento di Vittorio. Nello staff è presente una nutrizionista che insieme alla cuoca costruisce menù bilanciati e naturali per i più piccoli, dallo svezzamento in poi. Partendo dal menù di base poi ci si consulta poi con la mamma per venire incontro alle esigenze specifiche del bambino: se ha problemi di allergie, se la famiglia segue un menù vegetariano, se il bambino ha gusti particolari... insomma tutti i casi possibili. Mi hanno insegnato anche tante ricette che poi ho rifatto con successo a casa!

E poi per me c’è quello che fa la differenza: l’accoglienza della direttrice Katia e delle sue collaboratrici come Valentina e Emma: sono quasi tutte mamme e questo fa la differenza!

Lo vedi in tanti piccoli gesti. Ad esempio: quando ti siedi al ristorante e loro prontamente allontano tutti gli oggetti pericolosi a portata di mano del bambino. Oppure già sanno che ti devono cucinare la pastina piccola, sminuzzare la sogliola, portare il formaggio grana e l’olio a tavola a tavola.

Tuttiquei gesti spontanei che possono avere solo degli altri genitori, senza bisogno neanche di chiedere! Tra mamme ci si capisce al primo sguardo...

E poi i genitori possono contare sul supporto costante di Katia, ‘direttrice e psicologa”, come ama definirsi. Se vai lì te ne accorgerai: in pochi giorni diventerà una mamma amica, soprattutto se sei da sola. Lei ama sempre dire che nel suo hotel “l’assistenza psicologica è inclusa nel prezzo”.E solo quella: a me è capitato che lo staff sia andato in farmacia a prendermi la Tachipirina per una febbre improvvisa!

“Ok, bello tutto, ma non ci credo che riesci veramente a leggerti un libro! Io ne ho cominciato uno e sto a pagina 13 da 4 mesi!”

Guarda, sembra impossibile con due bambini piccoli, ma Caterina lì passa le sue giornate con l’animazione, e lo sai che lei in genere lei odia gli animatori perché dice che mettono la musica troppo alta e fanno rumore. Invece al Blu Village gli animatori la coinvolgono con attività creative e intelligenti, dalle 10 del mattino alle 10 di sera. Si occupano anche dei pranzi e li portano nella spiaggia privata dell’hotel. Lei ogni tanto corre da me per un bacino, due coccole, farmi vedere cosa ha fatto con gli animatori e poi torna da loro.

Io intanto me ne sto in spiaggia con Vittorio e durante i suoi lunghi sonnellini sotto l’ombrellone mi godo il mio romanzo. La cosa fantastica è che anche la spiaggia è completamente attrezzata con area gioco e zona cambio e pappa, quindi non c’è bisogno di tornare sempre in hotel. E poi visto che l’hotel non si trova a Rimini centro, non c’è la confusione che immagini su una spiaggia di Rimini in piena estate. Gli ombrelloni sono ben distanti, l’accesso riservato agli ospiti dell’hotel, c’è poca confusione e puoi leggere in pace. Oppure me sto a bordo piscina, così faccio fare anche il bagnetto a Vittorio nella piscina alta 60 centimetri... E poi quando mio marito torna nei weekend la sera facciamo i fidanzatini, con Caterina che cena con gli animatori e Vittorio che crolla dopo una giornata di mare...

“Vai, prenota, che poi ci vediamo a bordo piscina per un drink! Con tante bollicine, che anche la mamma è in vacanza!”